Indice del forum
Forum del Gruppo Utilizzatori Italiani di TeX

Homepage di GuITHomepage di GuIT
GuidaGuITIntroduzione all'arte della composizione tipografica
ArteLaTeXL'arte di scrivere con LaTeX
lshortUna (mica tanto) breve introduzione a LaTeX2e [IT] - [EN]
l2tabuitElenco dei “peccati” degli utenti di LaTeX2e
itamsldocManuale utente di amsmath
compsymThe Comprehensive LaTeX Symbol List

Aderisci a GuIT
Registrati al ForumRegistrati al Forum
FAQ di phpBBFAQ di phpBB
Netiquette del ForumNetiquette
Lista degli utentiLista degli utenti
ProfiloProfilo
Messaggi PrivatiMessaggi Privati
LoginLogin
Cerca sul sito  
Ricerca Avanzata sul Forum di GuIT

ATTENZIONE

ATTENZIONE

Il Forum si è trasferito al nuovo indirizzo: www.guitex.org. Le vecchie discussioni rimarranno visibili per consultazione. Gli utenti registrati potranno continuare a usare le proprie credenziali d'accesso sul nuovo Forum.

ATTENZIONE

ATTENZIONE


Diacritici per il sanscrito
Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo
 
Questo forum è chiuso. Non puoi inserire, rispondere o modificare i Topics   Topic chiuso    Indice del forum -> TeX e LaTeX
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
PIetroch



Registrato: 20/02/11 11:48
Messaggi: 22

MessaggioInviato: Ven Mar 04, 2011 5:20 pm    Oggetto: Diacritici per il sanscrito Rispondi citando

Uso Latex da poco ma ne sono entusiasta e vorrei usarlo per le mie ricerche.
Vorrei sapere come scrivere i diacritici che si usano nella translitterazione del sanscrito: la s accentata, le lettere con puntino sotto, le vocali con trattino sopra.
Una volta scritto nel preambolo quale pacchetto usare cosa devo scrivere per produrre questi segni?
Grazie a tutti!
P.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
egreg9
Staff


Registrato: 14/03/04 19:19
Messaggi: 9988
Località: Padova, Verona

MessaggioInviato: Ven Mar 04, 2011 5:52 pm    Oggetto: Re: Diacritici per il sanscrito Rispondi citando

PIetroch ha scritto:
Uso Latex da poco ma ne sono entusiasta e vorrei usarlo per le mie ricerche.
Vorrei sapere come scrivere i diacritici che si usano nella translitterazione del sanscrito: la s accentata, le lettere con puntino sotto, le vocali con trattino sopra.
Una volta scritto nel preambolo quale pacchetto usare cosa devo scrivere per produrre questi segni?

Benvenuto! Non hai bisogno di niente:
Codice:
\'{s} \={a} \={\i} \d{a} \.{n} \~{n} \d{\={R}}

Occhio solo a \={i}, perché altrimenti il trattino va sopra il puntino. Il puntino sotto e il trattino sopra vanno scritti come nell'ultimo esempio. Non che sappia di traslitterazione del sanscrito, ho guardato su Wikipedia. Se ti occorresse qualcos'altro, siamo qui; magari indica fonti più autorevoli.

Ciao
Enrico
_________________
Ceterum censeo differentiale signum non esse operatorem.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
agodemar
Intermedio


Registrato: 20/07/07 15:30
Messaggi: 106
Località: Bacoli (NA)

MessaggioInviato: Ven Mar 04, 2011 7:01 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ciao e benvenuto anche da parte mia.
Io ho qualche rudimento di Sanscrito e ne ho studiato la pronuncia e la traslitterazione. Essendo anche un appassionato di TeX e LaTeX ho anche approfondito le varie possibilità di comporre documenti che includessero sia i caratteri sanscriti che le traslitterazioni in caratteri occidentali.
In base alla mia esperienza, il pacchetto di estensione che ti aiuterà e ti offrirà strumenti di lavoro sopraffini è devanagari, detto anche Velthuis Devanagari for TeX, dal nome dell'autore. Lo trovi qui: http://www.ctan.org/tex-archive/language/devanagari/velthuis/. La guida all'uso è qui: http://ftp.uniroma2.it/TeX/language/devanagari/velthuis/doc/generic/velthuis/manual.pdf.
Ho usato questo pacchetto nel lontano 2000, in un'epoca in cui alcuni strumenti di lavoro attuali non esistevano ancora. Oggi il pacchetto devanagari dovrebbe essere abbastanza agevole da usare, anche per un neofita. Va studiato attentamente il manuale d'uso, come se fosse un libro delle Upanishad Smile Very Happy
Se hai bisogno di aiuto chiedi pure.

Ciao,
Agostino
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
agodemar
Intermedio


Registrato: 20/07/07 15:30
Messaggi: 106
Località: Bacoli (NA)

MessaggioInviato: Ven Mar 04, 2011 7:04 pm    Oggetto: Rispondi citando

Mi correggo: il nome del pacchetto è devnag.

Ciao,
Agostino
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
egreg9
Staff


Registrato: 14/03/04 19:19
Messaggi: 9988
Località: Padova, Verona

MessaggioInviato: Ven Mar 04, 2011 9:59 pm    Oggetto: Rispondi citando

agodemar ha scritto:
Ciao e benvenuto anche da parte mia.
Io ho qualche rudimento di Sanscrito e ne ho studiato la pronuncia e la traslitterazione. Essendo anche un appassionato di TeX e LaTeX ho anche approfondito le varie possibilità di comporre documenti che includessero sia i caratteri sanscriti che le traslitterazioni in caratteri occidentali.
In base alla mia esperienza, il pacchetto di estensione che ti aiuterà e ti offrirà strumenti di lavoro sopraffini è devanagari, detto anche Velthuis Devanagari for TeX, dal nome dell'autore. Lo trovi qui: http://www.ctan.org/tex-archive/language/devanagari/velthuis/. La guida all'uso è qui: http://ftp.uniroma2.it/TeX/language/devanagari/velthuis/doc/generic/velthuis/manual.pdf.
Ho usato questo pacchetto nel lontano 2000, in un'epoca in cui alcuni strumenti di lavoro attuali non esistevano ancora. Oggi il pacchetto devanagari dovrebbe essere abbastanza agevole da usare, anche per un neofita. Va studiato attentamente il manuale d'uso, come se fosse un libro delle Upanishad Smile Very Happy
Se hai bisogno di aiuto chiedi pure.

Ciao,
Agostino

Naturalmente non va trascurata la possiblità di usare XeLaTeX per scrivere testo in sanscrito (devanāgarī):
Codice:
\documentclass[a4paper]{article}
\usepackage{fontspec}
\setmainfont{Linux Libertine O}
\newfontfamily{\sanskritfont}{Devanagari MT}

\usepackage{polyglossia}
\setmainlanguage{italian}
\setotherlanguage{sanskrit}

\begin{document}
\noindent Testo in sanscrito?
\begin{quote}
\begin{otherlanguage}{sanskrit}
मैं काँच खा सकता हूँ, मुझे उस से कोई पीडा नहीं होती.
मी काच खाऊ शकतो, मला ते दुखत नाही.
काचं शक्नोम्यत्तुम् । नोपहिनस्ति माम् ॥
\end{otherlanguage}
\end{quote}
Chissà che vuol dire!

\end{document}

Ciao
Enrico
_________________
Ceterum censeo differentiale signum non esse operatorem.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
agodemar
Intermedio


Registrato: 20/07/07 15:30
Messaggi: 106
Località: Bacoli (NA)

MessaggioInviato: Sab Mar 05, 2011 12:39 am    Oggetto: Rispondi citando

Meraviglie dei font unicode.
http://www.user.uni-hannover.de/nhtcapri/combining-marks.html.

Ciao,
Agostino
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
PIetroch



Registrato: 20/02/11 11:48
Messaggi: 22

MessaggioInviato: Sab Mar 05, 2011 11:17 am    Oggetto: Rispondi citando

Vi rispondo ancora prima di andarmi a vedere bene tutto quanto mi avete segnalato perché voglio ringraziarvi della velocità e della precisione delle risposte.
Adesso mi metto a studiare tutto per bene ma intanto vi dico che in questi ultimi giorni ho provato a utilizzare questo package http://www.ctan.org/tex-archive/language/sanskrit/ che sembra fatto apposta per usare il devanagari e il translitterato.
Ho però qualche problema a capire come installarlo e quindi a usare i comandi per ottenere il testo translitterato: non sono un mago del pc ma ho letto il manuale e ho seguito le istruzioni, tuttavia non riesco a farlo funzionare come dovrebbe.
Per ora grazie davvero Enrico, grazie davvero Agostino!
Mi metto a studiare e poi vi faccio sapere come va'!
Ciao!
P.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
PIetroch



Registrato: 20/02/11 11:48
Messaggi: 22

MessaggioInviato: Sab Mar 05, 2011 11:29 am    Oggetto: Rispondi citando

Aggiungo che per l'installazione del package sanskrit che citavo sopra ho avuto qualche problema.
Uso Ubuntu e ho provato a copiare la cartella sanskrit nella tfm/tex/latex ma mi dice che non ho l'autorizzazione per farlo.
E se creo il documento nella stessa cartella in cui c'è sanskrit non ottengo i risultato sperati.
Magari qualcuno conosce questo package e può aiutarmi a capire step by step come installarlo e farlo funzionare visto che le potenzialità mi sembrano.
Grazie ancora a tutti!
Ciao,
P.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
egreg9
Staff


Registrato: 14/03/04 19:19
Messaggi: 9988
Località: Padova, Verona

MessaggioInviato: Sab Mar 05, 2011 12:08 pm    Oggetto: Rispondi citando

PIetroch ha scritto:
Aggiungo che per l'installazione del package sanskrit che citavo sopra ho avuto qualche problema.
Uso Ubuntu e ho provato a copiare la cartella sanskrit nella tfm/tex/latex ma mi dice che non ho l'autorizzazione per farlo.
E se creo il documento nella stessa cartella in cui c'è sanskrit non ottengo i risultato sperati.
Magari qualcuno conosce questo package e può aiutarmi a capire step by step come installarlo e farlo funzionare visto che le potenzialità mi sembrano.
Grazie ancora a tutti!
Ciao,
P.

Non credo che tu debba installare nulla: il pacchetto appartiene già alla TeX Live.

Ti segnalo anche questa discussione e questo blog

Ciao
Enrico
_________________
Ceterum censeo differentiale signum non esse operatorem.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
PIetroch



Registrato: 20/02/11 11:48
Messaggi: 22

MessaggioInviato: Sab Mar 05, 2011 1:48 pm    Oggetto: Re: Diacritici per il sanscrito Rispondi citando

egreg9 ha scritto:
PIetroch ha scritto:
Uso Latex da poco ma ne sono entusiasta e vorrei usarlo per le mie ricerche.
Vorrei sapere come scrivere i diacritici che si usano nella translitterazione del sanscrito: la s accentata, le lettere con puntino sotto, le vocali con trattino sopra.
Una volta scritto nel preambolo quale pacchetto usare cosa devo scrivere per produrre questi segni?

Benvenuto! Non hai bisogno di niente:
Codice:
\'{s} \={a} \={\i} \d{a} \.{n} \~{n} \d{\={R}}

Occhio solo a \={i}, perché altrimenti il trattino va sopra il puntino. Il puntino sotto e il trattino sopra vanno scritti come nell'ultimo esempio. Non che sappia di traslitterazione del sanscrito, ho guardato su Wikipedia. Se ti occorresse qualcos'altro, siamo qui; magari indica fonti più autorevoli.

Ciao
Enrico


Caro Enrico,
un ringraziamento particolare perché mi sono messo a usare i comandi che mi segnali e funziona tutto alla grande!
La mia domanda ti sarà sembrata super stupida ma sono davvero un neofita... ma queste sono le cose che rendono LaTeX entusiasmante!

Grande!

P.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
agodemar
Intermedio


Registrato: 20/07/07 15:30
Messaggi: 106
Località: Bacoli (NA)

MessaggioInviato: Sab Mar 05, 2011 2:23 pm    Oggetto: Rispondi citando

In effetti il link http://tex.stackexchange.com/questions/2576/getting-started-to-xetex-for-devangari
suggerito da Enrico mi sembra un ottimo punto di partenza.
Io se dovessi iniziare da zero considererei la possibilità di usare XeLaTeX e scrivere il mio sorgente con input unicode. Ad esempio: āsīdrājā nalo nāma vīrsenasuto balī. Il vantaggio di compilare XeLaTeX è proprio quello di non dover ricorrere a delle macro per comporre i segni diacritici.
C'è il problema di immettere da tastiera quei caratteri. Io farei una copia di quelli che mi servono (cercando su internet qualche tabella di caratteri unicode) inserendoli bel mio testo alla bisogna.

Ciao,
Agostino
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
PIetroch



Registrato: 20/02/11 11:48
Messaggi: 22

MessaggioInviato: Dom Mar 06, 2011 11:18 am    Oggetto: Rispondi citando

agodemar ha scritto:
Ciao e benvenuto anche da parte mia.
Io ho qualche rudimento di Sanscrito e ne ho studiato la pronuncia e la traslitterazione. Essendo anche un appassionato di TeX e LaTeX ho anche approfondito le varie possibilità di comporre documenti che includessero sia i caratteri sanscriti che le traslitterazioni in caratteri occidentali.
In base alla mia esperienza, il pacchetto di estensione che ti aiuterà e ti offrirà strumenti di lavoro sopraffini è devanagari, detto anche Velthuis Devanagari for TeX, dal nome dell'autore. Lo trovi qui: http://www.ctan.org/tex-archive/language/devanagari/velthuis/. La guida all'uso è qui: http://ftp.uniroma2.it/TeX/language/devanagari/velthuis/doc/generic/velthuis/manual.pdf.
Ho usato questo pacchetto nel lontano 2000, in un'epoca in cui alcuni strumenti di lavoro attuali non esistevano ancora. Oggi il pacchetto devanagari dovrebbe essere abbastanza agevole da usare, anche per un neofita. Va studiato attentamente il manuale d'uso, come se fosse un libro delle Upanishad Smile Very Happy
Se hai bisogno di aiuto chiedi pure.

Ciao,
Agostino


Caro Agostino,
grazie davvero delle tue indicazioni! Approfitto della tua disponibilità sperando di non disturbarti!
Sono andato a scaricarmi il package e ho letto il manuale.
Se mi permetti, visto che hai studiato un po' di sanscrito, entrerò un po' più nel dettaglio.
Premetto che le indicazioni di Enrico mi sono state utilissime per la translitterazione, ma di questo parlerò in un altro messaggio.

Sono stato un utente passivo si Windows+Office Word per anni e adesso che ho scoperto Latex e Linux mi sembra di vivere in un altro mondo, affascinante e incredibile!
La possibilità di inserire i caratteri devanagari nei miei lavori è un'opportunità eccezionale che con Word Office non era contemplata per i miliardi di problemi di impaginazione etc.

Ho guardato il manuale per il package che mi ha segnalato ma non riesco a capire molte cose.
Caricando il pacchetto riesco a produrre testi in devanagari ma, come ben sai, per questo tipo di scrittura il problema non è scrivere il segno grafico di una lettera (di un fonema) ma il fatto che, nelle parole, questi segni si combinano in modo diverso da come sarebbero scritti isolatamente.

Nel manuale vengono dati una serie di comandi che però non producono gli effetti desiderati.

Uso il pc da molti anni ma mi rendo conto di averlo sempre usato, come ti dicevo, in modo passivo e inconsapevole: sono sicuro quindi di commettere molti errori nel trattare questa materia e forse scrivo questioni davvero superficiali.

Potresti darmi qualche indicazione a riguardo?
Per esempio, nel manuale trovo solo un esempio di preambolo e pur scrivendolo non riesco a visualizzare il devanagari correttamente.
Forse non ho installato bene il pacchetto?

Insomma, SOS... Smile
Ciao.
P.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
PIetroch



Registrato: 20/02/11 11:48
Messaggi: 22

MessaggioInviato: Dom Mar 06, 2011 11:31 am    Oggetto: Rispondi citando

agodemar ha scritto:
In effetti il link http://tex.stackexchange.com/questions/2576/getting-started-to-xetex-for-devangari
suggerito da Enrico mi sembra un ottimo punto di partenza.
Io se dovessi iniziare da zero considererei la possibilità di usare XeLaTeX e scrivere il mio sorgente con input unicode. Ad esempio: āsīdrājā nalo nāma vīrsenasuto balī. Il vantaggio di compilare XeLaTeX è proprio quello di non dover ricorrere a delle macro per comporre i segni diacritici.
C'è il problema di immettere da tastiera quei caratteri. Io farei una copia di quelli che mi servono (cercando su internet qualche tabella di caratteri unicode) inserendoli bel mio testo alla bisogna.

Ciao,
Agostino


Questa questione è davvero interessante.
Devo approfondire questo XeLaTeX perché ho dato solo una lettura veloce, ma credo possa essere una soluzione interessante.
Conosco chi sta dietro a queste questioni dell'uso di LaTeX e credo sia davvero gente competente.
Ti espongo allora qualche dubbio/richiesta.

La prima questione riguarda il testo translitterato.
Il metodo segnalato da Enrico è interessante ma un po' macchinoso.
Voglio dire che se in un testo devo scrivere molte parole sanscrite diventa piuttosto complicato. Non fraintendermi, il risultato è spettacolare e la fatica è ricompensata da una serie di motivo che di certo tu conosci meglio di me riguardi a LaTeX.
Però, dai manuali che ho letto a proposito di pacchetti come sanskrit e devnag c'è la possibiltà di inserire i diacritici in modo più veloce.
Credo che questo XeLaTeX possa sì essere la soluzione visto che usa UNICODE. Finora ho lavorato in ambiente Windows con Word Office e basta attribuire un comando da tastiera ai diacritici per inserirli come quando si fa una lettera maiuscola.
Tu per esempio come hai fatto a scrivere qui āsīdrājā nalo nāma vīrsenasuto balī?
Volevo quindi scaricarmi XeLaTeX e provare a usarlo per i miei testi.
Puoi darmi qualche indicazione su come fare? Quale editor è meglio usare? Quali pacchetti installare?
Nel preambolo riportato in http://tex.stackexchange.com/questions/2576/getting-started-to-xetex-for-devangari ci sono molti elementi e alcuni di questi sono per me sconosciuti (anche questo polyglossia).
Vorrei installare tutto per benino e magari tu puoi darmi qualche dritta su come impostare il tutto: faccio queste cose un po' "fai da te" ma vorrei imparare come si fa per poi poter utilizzare questi strumenti al meglio.

Grazie ancora della disponibilità... spero di non averne abusato... Smile
Smile Smile
P.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
PIetroch



Registrato: 20/02/11 11:48
Messaggi: 22

MessaggioInviato: Dom Mar 06, 2011 11:41 am    Oggetto: Rispondi citando

egreg9 ha scritto:
PIetroch ha scritto:
Aggiungo che per l'installazione del package sanskrit che citavo sopra ho avuto qualche problema.
Uso Ubuntu e ho provato a copiare la cartella sanskrit nella tfm/tex/latex ma mi dice che non ho l'autorizzazione per farlo.
E se creo il documento nella stessa cartella in cui c'è sanskrit non ottengo i risultato sperati.
Magari qualcuno conosce questo package e può aiutarmi a capire step by step come installarlo e farlo funzionare visto che le potenzialità mi sembrano.
Grazie ancora a tutti!
Ciao,
P.

Non credo che tu debba installare nulla: il pacchetto appartiene già alla TeX Live.

Ti segnalo anche questa discussione e questo blog

Ciao
Enrico


Caro Enrico, mi hai segnalato cose davvero preziose!!!
Conosco per fama alcuni di quelli che lavorano dietro questi blog/discussioni etc. ma non sapevo fossero disponibili in rete queste cose...
Devo guardarmi tutto per benino ma da quello che ho letto sembrano questioni interessanti sia per il testo translitterato che per quello in devanagari,
Come ho segnalato in alcuni messaggi di risposta ad Agostino il testo translitterato, che è quello che mi interessa di più nell'immediato, può essere redatto in un modo più semplice rispetto a quello che mi segnalavi tu. Non fraintendermi, le tue indicazioni sono state come una manna dal cielo e te ne sono davvero grato.
Solo per farti un esempio: ho tanti testi redatti in Word e per questi basta sostituire il segno con il codice che mi hai segnalato tu per avere un testo redatto in LaTeX con tutti i vantaggi e la bellezza tipica di questo sistema.
Se però penso di dover scriver un testo ex novo diventa macchinoso scrivere il codice ogni volta che devi usare un diacritico: nei miei lavori ci sono tante citazioni di termini sanscriti e la cosa diventa complessa.
Interessantissimo quanto mi segnali per il devanagari: non mi è del tutto chiaro il preambolo che hai usato. Il risultato è eccezionale perché il testo in devanagari è perfetto io invece ho un sacco di problemi.

Mi guardo bene bene blog e discussioni che mi hai segnalato... poi torno a romperti un po'... Very Happy

Un grazie sincero!!!
P.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
agodemar
Intermedio


Registrato: 20/07/07 15:30
Messaggi: 106
Località: Bacoli (NA)

MessaggioInviato: Dom Mar 06, 2011 10:57 pm    Oggetto: Rispondi citando

Andiamo per gradi.

Io ho TeXlive 2010, installazione completa, sia su Mac che su Windows 7.
Il pacchetto devanagari fornisce la possibilità di scrivere testo in caratteri sanscriti a partire dallo schema di traslitterazione di Velthuis. Il pacchetto è incluso nel bundle denominato velthuis. Il bundle non risultava installato dato che il comando:
Codice:
tlmgr show velthuis

restituiva "Not installed". Dunque, per installare ciò che serve ad usare il pacchetto devanagari ho dovuto lanciare il comando:
Codice:
sudo tlmgr install velthuis

Nel bundle è compreso il programma devnag che è il preprocessor descritto nel manuale "Devanāgarī for TeX". Questo manuale spiega che per ottenere una corretta composizione del testo in caratteri sanscriti devi scrivere opportunamente del testo traslitterato (secondo lo schema di Velthuis) e sottoporlo ad un preprocessing. Il testo da processare deve essere racchiuso nel markup: {\dn ... }

Esempio
Creo un file denominato verso1.dn che contiene:
Codice:
{\dn .o tatsat}

Successivamente sottopongo il file al preprocessor, dando il comando:
Codice:
devnag verso1.dn

che produce il file verso1.tex:
Codice:
\def\DevnagVersion{2.15}{\dn : t(s\qq{t}}

Quest'ultimo è in realtà il codice necessario a rendere il verso in caratteri sanscriti. Quello precedente era scritto secondo lo schema di traslitterazione di Velthuis. Per comporre il testo scriverò:
Codice:
\documentclass{article}
\usepackage{devanagari}
\begin{document}
\centering
\input{verso1}
\end{document}

In pratica si fa prima a creare un file documento.dn fatto così:
Codice:
\documentclass{article}
\usepackage{devanagari}
\begin{document}
\centering
{\dn .o tatsat}
\end{document}

che andrebbe prima preprocessato con devnag, ottenendo documento.tex, poi compilato con pdflatex:
Codice:
devnag documento.dn & pdflatex documento

In realtà, se documento.dn cosse semplicemente copiato in documento.tex, senza preprocessarlo, la compilazione con pdflatex avrebbe successo ma la resa dei caratteri sanscriti non sarebbe corretta.
Questo serviva a instradarti nell'uso eventuale del pacchetto devanagari. Veniamo ora alla questione del testo traslitterato.

Citazione:
Volevo quindi scaricarmi XeLaTeX e provare a usarlo per i miei testi.
Puoi darmi qualche indicazione su come fare? Quale editor è meglio usare? Quali pacchetti installare?

Se hai TeXlive 2010 (completa) hai già tutto quello che serve. Per Linux c'è la guida di Enrico che ti aiuterà a verificare se hai installato quella giusta: http://profs.sci.univr.it/~gregorio/texlive-ubuntu.pdf
Per quanto riguarda l'editor, ti consiglio Kile o in alternativa TeXworks.
Usare di XeLaTeX significa compilare i tuoi sorgenti con il programma xelatex. Anche in questo caso c'è una guida di Enrico che fa al caso tuo: http://profs.sci.univr.it/~gregorio/introxelatex.pdf. Oppure l'ottimo articolo di Massimiliano Dominici su ArsTeXnica: http://www.guit.sssup.it/arstexnica/download_ars/articoli_ars_05/Introduzione%20a%20XeTeX.pdf.
Se guardi questo materiale scopri che XeLaTeX permette di utilizzare all'interno del tuo sorgente i famosi caratteri Unicode. Il file sorgente deve essere rigorosamente codificato con encoding UTF-8; questa è un'impostazione da mettere in pratica attraverso le preferenze dell'editor in uso.
Ciò detto, e dopo aver approfondito leggendo i documenti segnalati sopra, l'esempio di Enrico (con una mia aggiunta) diventa semplice da interpretare:
Codice:
%------- impostazioni per TeXworks
% !TEX encoding = UTF-8
% !TEX program = xelatex
%---------------------------------
\documentclass[a4paper]{article}
\usepackage{fontspec}
\setmainfont{Linux Libertine O}
\newfontfamily{\sanskritfont}{Devanagari MT}

\usepackage{polyglossia}
\setmainlanguage{italian}
\setotherlanguage{sanskrit}

\begin{document}
\noindent Testo in sanscrito?
\begin{quote}
\begin{otherlanguage}{sanskrit}
मैं काँच खा सकता हूँ, मुझे उस से कोई पीडा नहीं होती.
मी काच खाऊ शकतो, मला ते दुखत नाही.
काचं शक्नोम्यत्तुम् । नोपहिनस्ति माम् ॥
\end{otherlanguage}
\end{quote}
Chissà che vuol dire!

\bigskip

\noindent Testo unicode: āsīdrājā nalo nāma vīrsenasuto balī

\end{document}

Il pacchetto fontspec è specifico per XeLaTeX e serve a gestire i font. La novità introdotta da XeTeX/XeLaTeX rispetto ai predecessori è la possibilità di accedere ai font di sistema. Ciò è reso agevole dal pacchetto fontspec che fornisce i comandi \setmainfont e \newfontfamily. In questo caso si suppone che siano presenti i font di sistema "Linux Libertine O" e "Devanagari MT". Il primo è il font del testo corrente; il secondo è un font che sarà abilitato dall'ambiente otherlanguage.
Il pacchetto polyglossia va usato al posto di babel quando si utilizza XeLaTeX. Con polyglossia si imposta la lingua italiana come lingua principale e il sanscrito come lingua alternativa (otherlanguage).

Citazione:
Tu per esempio come hai fatto a scrivere qui āsīdrājā nalo nāma vīrsenasuto balī?

Ho copiato da qualche parte su internet ed ho incollato qui, come hai fatto anche tu. Allo stesso modo si può incollare nel sorgente del tuo documento e ottenere un testo coi segni diacritici corretti. Questo perché c'è la codifica UTF-8 impostata attraverso l'editor.

A questo punto ti rimane da affrontare la seguente questione: come immettere i caratteri con segni diacritici?
Esistono modi diversi che dipendono dal sistema operativo. Io continuo a pensare che è meglio avere sottomano una copia dei caratteri speciali e incollarli nel sorgente a seconda delle tue esigenze.

Spero di aver risposto all'SOS Very Happy

Ciao,
Agostino
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Questo forum è chiuso. Non puoi inserire, rispondere o modificare i Topics   Topic chiuso    Indice del forum -> TeX e LaTeX Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo
Pagina 1 di 3

 
Merge topics 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum


Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group
Protetto da Project Honey Pot and phpBB.cc